sito ufficiale
Gabriele Sannino
BIOGRAFIA LIBRI ORDINA IL TUO LIBRO VIDEO ARTICOLI EVENTI FOTO CONTATTI
STAMPA
La terribile verita' sul Cristianesimo



Il Cristianesimo analizzato nel suo profondo e' una religione solare.
Il sole, infatti, e' il simbolo preso per eccellenza per tutta la biografia del profeta Gesu'.
Se non siete pronti a queste nuove certezze, leggete fino in fondo questo articolo e valuterete voi stessi quanto sto per dichiarare.
Nel mondo antico, la principale forma di comunicazione era rappresentata dai simboli e dalle parabole: cio' serviva, infatti, per educare o meglio sottomettere le popolazioni del tutto ignoranti.
Se si esamina la biografia del profeta Gesu'- biografia come vedremo IDENTICA a tutti i "profeti solari" che lo hanno preceduto - vengono alla luce tutti i cicli solari rispetto alla Terra, e cio' dimostra l'autenticita' di questa teoria.
La nascita del profeta Gesu' risale al 25 dicembre: in quel giorno esatto il sole inizia nuovamente a salire l'orizzonte nell'emisfero boreale - gli antichi dicevano che il sole "nasceva".
Cio' avviene, in particolare, dopo il solstizio d'inverno del 21 dicembre - tre giorni prima - in cui il sole invece "muore" sulla costellazione della Croce del Sud ed e' al minimo della sua potenza di luce.
Come Gesu' i profeti nati il 25 dicembre sono stati Apollo, Ercole, Zeus, Marduk in Assiria, Osiride e Iside in Egitto, Odino, Balder e Frey in Scandinavia, Bali in Afghanistan, Jao in Nepal, Xamolxis in Tracia, Zoar tra i Bonzi, Alcide a Tebe, Beddru in Giappone, Issione e Quirino a Roma, Prometeo nel Cucaso e ancora Attis, Krishna, Bacco o Dioniso, Maometto, Mitra e Quirino.
Questi sono solo ALCUNI dei profeti solari che hanno preceduto Gesu'.
A partire dal 25 dicembre, il sole cresce dunque nell'emisfero boreale, iniziando il suo personale viaggio verso l'apice dell'intensita' estiva: con l'equinozio di Primavera - che coincide con la Pasqua, momento in cui il Sole, tra le altre cose, entra nel segno dell'ariete e del montone, ecco il perche' dell'agnello sacrificale presente in tutte le religioni - le ore di luce sconfiggono "per sempre" le tenebre, ed ecco che la rinascita si compie e inizia nuovamente un nuovo "ciclo di vita sulla Terra".
Per capire quanto la biografia di Gesu' sia un mito, basta prendere in considerazione uno dei tanti profeti che lo hanno preceduto, ad esempio Virishna nel Medio Oriente, "esistito" 1200 anni prima di Cristo.
Orbene, Virishna nacque da madre vergine per immacolata concezione: quando nacque il tiranno di allora fece uccidere tutti i bambini suoi coetanei; Angeli e pastori presenziarono alla sua nascita in una grotta; compi' miracoli come la trasformazione dell'acqua nel vino - cosa che fa il Sole in realta', facendo maturare l'uva - e resuscito' i morti; fu crocifisso alla fine in mezzo a due ladroni e resuscito'... dopo tre giorni!
La madre vergine del Dio Sole e' un tema anch'esso popolare in tutte le religioni dell'antichita': secondo il "mito solare", infatti, il Sole nacque sotto la costellazione della Vergine; dato che gli antichi INSPIEGABILMENTE conoscevano a menadito il sistema solare meglio di noi oggi, tutti i profeti solari... sono nati da altrettante vergini.
Ma le analogie con l'astro non finiscono qui: la grotta nell'antichita' era il simbolo del Sole nel Solstizio d'inverno, o meglio si favoleggiava che il Sole si rifugiasse in un antro buio in quanto si vedeva poco dal pianeta.
I 12 apostoli invece rappresentano i dodici segni zodiacali in cui il Sole va a posizionarsi.
L'oro, l'incenso e la mirra, infine, erano i doni che gli antichi facevano al sole poco dopo la sua rinascita, in quanto con la sua nuova "luce" avrebbe promesso grano, raccolti e cibo nuovamente a sufficienza.
Ma c'e' ancora di piu': il cristianesimo, in realta', e' un mix tra credenze astrologiche - e dunque pagane - e scopiazzature di religioni preesistenti, come si puo' facilmente immaginare: sia la storia di Gesu' che le sue parabole sono prese infatti pari pari dal libro di Enoch, ma non solo, anche dal Gianismo - il culto di Giano bifronte a Roma - e dal Buddismo.
I primi cristiani, in buona sostanza, pregavano insieme agli ebrei e si rifacevano all'antico testamento; poi pero' decisero di creare un loro "testo base" per legittimarsi e affrancarsi dai primi, e il "Nuovo Testamento" che ne consegui' fu una strana summa tra la Torah Ebraica, continue citazioni al Vecchio Testamento e i testi dei Leviti.
Il Nuovo Testamento non pretese mai di andare oltre il Vecchio, cio' in quanto il Cristianesimo fu con tutta probabilita' solo l'ennesima operazione politico-religiosa fatta con il beneplacito dell'imperatore di turno - Costantino - per creare un nuovo potere e mantenerlo a se' in modo molto stretto.
E' risaputo, infatti, che i poteri temporali usassero religioni vecchie e nuove per cementare intorno a se' un inedito consenso.
Dulcis in fundo, non esiste purtroppo nessuna prova storica contemporanea di Gesu': tutti gli scrittori coevi - tra cui lo scrittore Filone, per esempio - non ne hanno mai parlato, e un uomo dotato di capacita' straordinarie come quelle di Gesu'... non sarebbe di certo passato inosservato!
Quello che voglio dire, in buona sostanza, e' che Gesu'- esistito o meno - ha una biografia-mito che e' speculare ai profeti precedenti e cio' deve aprire gli occhi e soprattutto le menti.
Cio' infatti non puo' non farci riflettere: personalmente, sono convinto di un aldila' dopo la morte, ma questo - ne sono sicuro - ha ben poco a che fare con TUTTE le religioni del pianeta, presenti passate e perche' no, anche future.
Io credo che l'uomo debba rifuggiarsi sempre e solo nela spiritualita', cosa ben diversa dalla religione.
Quest'ultima, infatti, e' solamente una versione riduttiva, se non volgare, della multidimesionalita' della vita soprattutto e dell' intero universo.

Tratto da "Figli di Matrix" di David Icke.



...

Gabriele Sannino
Privacy
Sito web ottimizzato per IE 8 - Realizzato da Soluzione Programmata-