sito ufficiale
Gabriele Sannino
BIOGRAFIA LIBRI ORDINA IL TUO LIBRO VIDEO ARTICOLI EVENTI FOTO CONTATTI
STAMPA
Casaleggio, nel bene e nel male



Gianroberto Casaleggio, "mente" del Movimento 5 stelle insieme a Beppe Grillo (che per molti e' anche un po' il cuore, diciamo cosi') ha rilasciato qualche giorno fa una lunga intervista su "Il Fatto Quotidiano", dichiarando parecchie cose interessanti che i media hanno - come al solito - trascurato nel merito, intenti come sono a inseguire una campagna elettorale fatta di stupidaggini e slogan a dir poco elementari (quando non imbarazzanti).
Checche' se ne possa pensare di quest'uomo, credo personalmente abbia le idee molto chiare, a differenza dei molti, troppi politici burattini che troviamo in qualunque schieramento politico cosiddetto di destra o di sinistra.
Alla domanda di Marco Travaglio "per chi votava prima che nascesse il Movimento" Casaleggio risponde che non votava da anni, pur essendo stato attratto nella sua vita da personaggi del calibro di Ugo La Malfa ed Enrico Berlinguer. In merito ai partiti, invece, oltre a definirli tutti uguali, Casaleggio parla di veri e propri gruppi pagati dai partiti - evidentemente con i soldi pubblici nda - intenti a diffondere messaggi virali senza verificarne la veridicit'. Trattasi nello specifico - dato che conosco un po' i meccanismi della scrittura sul web - di blogger su commissione, incaricati di "lanciare" notizie e pagati giornalmente - a volte anche bene - dai loro committenti.
Ad ogni modo, Casaleggio ammette che anche lui ha delle truppe incaricate di difendere l'onore del Movimento, mentre definisce i messaggi del blog - e non solo - messaggi virali di per se', in quanto fanno breccia sul pubblico che li percepisce, anzi li riconosce come reali.
L'incontro con Beppe Grillo - spiega - e' avvenuto dieci anni or sono grazie a un libro pubblicato a quel tempo dallo stesso Casaleggio - il titolo era "web ergo sum" - sicche' il Grillo che si vestiva da Savonarola e spaccava i computer nei teatri di li' a poco spariva definitivamente per lasciare il posto a un ex comico pronto a lanciare post sempre piu' pungenti sulla rete... contro il cosiddetto "sistema".
La trasformazione politica del Movimento e' stata indispensabile dopo i primi V-day e dopo che Grillo aveva portato le sue proposte raccolte sul web a l'allora Presidente del Consiglio Romano Prodi, che addirittura si appisolo' durante l'incontro con l'ex comico genovese.
"Il punto" - sottolinea Casaleggio - "e' che i giornali allora come adesso ci trattano come se fossimo una via di mezzo tra una setta satanica e dei mangiatori di bambini".
La mente del Movimento precisa anche che tutti i post del blog vengono concordati da lui e da Grillo: nello specifico, vengono scritti da Casaleggio e da un suo collaboratore e dopo l'approvazione di Beppe vengono pubblicati.
Un punto interessante riguarda i famigerati guadagni del sito: la Casaleggio associati, prima del M5S, viaggiava su un milione di euro di utili l'anno, mentre con la discesa in politica sono stati spesi molti soldi mai rimborsati, ecco perche' si e' optato per l'inserimento nel blog della pubblicita', che pero' viene filtrata evitando per esempio quella delle banche.
Casaleggio parla anche del rapporto della TV: "le prime sette emittenti" - sottolinea - "sono tutte in perdita per piu' di 500 milioni di euro, e non sopravviveranno se qualcuno non le finanziera'. La pubblicita' sta emigrando in rete. Nel medio e lungo termine, la tv sara' condannata."
Alla domanda "fino a quando lui e Grillo resteranno nel Movimento", risponde che "resteranno fin quando il meccanismo non camminera' da solo, con persone e strutture."
Il tratto piu' inquietante dell'intervista rimane invece la settimana delle presidenziali (siamo al 10 aprile 2013), quando lui e Beppe vengono invitati all'ambasciata inglese dove viene detto loro che il futuro premier - Enrico Letta, allora vicesegretario del PD - li aspettava in un'altra stanza. Visto il loro rifiuto, alla fine i due pranzarono con alcuni addetti all'ambasciata su un altro piano, mentre l'ambasciatore si intratteneva con Letta. Ma prima del pranzo, fu loro chiesto "cosa ne pensassero della rielezione di Napolitano", e incredibilmente, una settimana dopo, il Presidente veniva rieletto.
Casaleggio spiega tutto questo come l'effetto della totale perdita di sovranita' del nostro paese: "quella territoriale nel '45, quella monetaria con l'euro, quella fiscale col Fiscal Compact, quella politica negli ultimi anni con i governi non eletti dal popolo".
Ma Casaleggio va anche oltre, affermando non solo che crede davvero di vincere le europee, ma che se fossero loro al Governo farebbero molte "riforme" al momento ignorate, come per esempio l'attribuzione del made in Italy a chi produce effettivamente in loco, il pagamento dei debiti dello Stato entro 60gg, l'accorpamento e la semplificazione degli adempimenti fiscali, l'adeguamento alla media europea della tassazione sulle imprese; ma anche la chiusura di Equitalia, gli sconti contributivi per le assunzioni degli under 35, nonche' la defiscalizzazione dei redditi nei primi due anni di vita di ogni impresa nazionale.
"Le coperture ci sono" - precisa - "solo che al momento questo Parlamento ha bocciato tutte le nostre proposte."
Per l'euro infine, spiega che "il Movimento non e' tanto contro la moneta unica quanto soprattutto le politiche economiche e finanziarie comunitarie".
In pratica, col programma del Movimento in sette punti, si vorrebbero introdurre misure strutturali quali gli investimenti e gli eurobond, solo che sara' molto difficile in un'Europa dominata dai banchieri e solo apparentemente "unica"(almeno per chi vi scrive).
Insomma, che piaccia o no, le idee di quest'uomo sono per una nuova economia - finanziaria e politica - ma anche - appunto - per una nuova politica. Forse anche per una nuova societa', completamente diversa da quella attuale.
Io credo - con tutta franchezza - che ci sia molto di peggio in questo momento in politica: poi se volete soffermarvi sulla "forma" o sulle "parolacce"... be' accomodatevi pure!

...

Gabriele Sannino
Privacy
Sito web ottimizzato per IE 8 - Realizzato da Soluzione Programmata-