sito ufficiale
Gabriele Sannino
BIOGRAFIA LIBRI ORDINA IL TUO LIBRO VIDEO ARTICOLI EVENTI FOTO CONTATTI
STAMPA
La meditazione non e' roba da santoni



La meditazione e' una pratica sempre piu' presente nella vita dell'uomo occidentale, e questo perche' e' la risposta perfetta a una societa' sempre piu' stressata e affaticata da un "sistema" che ci vuole in questo modo, per farci smettere di pensare e soggiogarci in modo totale.
D'altronde, il trucco e' sempre lo stesso: ogni dittatore di turno cerca attraverso la propaganda e la retorica di sfinire di lavoro i suoi schiavi - pardon il suo popolo - (ovviamente inconsapevoli) e cio' per poter esercitare indisturbato il suo potere.
E quando lo schiavo e' stanco, ecco che arriva una buona dose di panem et circenses.
Insomma, le epoche cambiano, le tecniche cambiano, ma i fini sono sempre gli stessi.
La meditazione sta diventando un metodo sempre piu' popolare per gestire lo stress, in quanto non solo consente un profondo stato di benessere e di riposo (cosa che neanche il sonno regala, se certi ritmi di vita rimangono tali!) ma dona un senso di pace e profondita' interiori oggi piu' che mai indispensabili per vivere bene.
Secondo uno studio pubblicato sulla rivista americana PNAS (Proceedings of the National Accademy of Science) bastano cinque giorni di meditazione (venti minuti al giorno) per migliorare nettamente la qualita' di vita: non solo le difese immunitarie si rinforzano e le nostre ansie e paure si attenuano, ma perfino la pelle sembra piu' luminosa. Questa ricerca e' stata condotta dividendo una quarantina di studenti universitari in due gruppi: i primi hanno seguito per venti minuti al giorno - appunto - una pratica meditativa chiamata Integrative body-mind training (IBMT), mentre i secondi una semplice tecnica di rilassamento. A fine esperimento, a tutti gli studenti sono stati somministrati dei test per valutare sia la soglia di attenzione che di ansia, e i seguaci della IBMT hanno riscontrato livelli di stress decisamente piu' bassi, nonche' risultati nettamente migliori rispetto al secondo gruppo.
La meditazione e' cosi' utile che perfino i militari americani che tornano dalle missioni la praticano: cio' serve per rimuovere gli stress post traumatici inerenti alle situazioni cruente che hanno vissuto e introiettato.
Ecco perche' un numero sempre maggiore di scienziati, educatori, celebrita', perfino istituzioni governative prendono sempre piu' sulserio la pratica della meditazione.
Ma cosa significa esattamente meditare?
Il famoso mistico Osho asseriva che la meditazione serve a dividere "il guscio dalla polpa": noi, infatti, non siamo solo materia ma anche spirito, e la meditazione serve a focalizzarsi sul proprio se', al fine di riuscire a "centrarsi" recuperando energia e solidita' interiori.
E' come tornare a casa e riposarsi per davvero, in un certo senso!
Con la meditazione, infatti, si controllano i sensi, si placa il chiacchiericcio della mente e si ascolta solo la voce della nostra coscienza, cosa che ci fa sembrare quasi dei chiaroveggenti almeno nei riguardi di noi stessi.
La pratica della meditazione, oltre a salvarci dallo stress e da tutte le emozioni negative della quotidianita', ci permette di agire successivamente con maggiore consapevolezza e poca distraibilita', ci fa diventare piu' sensibili a noi stessi, piu' percettivi, e arricchisce il nostro essere come nessuna esperienza materiale riesce a fare.
La meditazione inoltre e' vecchia quanto il mondo: gli antichi egizi, per esempio, "sperimentavano la morte" - provocando situazioni in cui si strappava attraverso un trauma il corpo eterico dal corpo fisico - proprio per convincere gli iniziati della loro vera natura, in modo da indurli successivamente all'arte della meditazione.
Infatti, in un secondo momento, gli iniziati "scendevano lungo se stessi" per scoprire la loro vera essenza, anche se spesso, attraverso determinate procedure, entravano nei mondi spirituali piu' vicini a quello fisico, arrivando ad incontrare purtroppo anche delle entita' negative.
La cosa essenziale da capire per quanto riguarda la meditazione e' che il profondo benessere che regala si deve al fatto che permette un vero contatto con la nostra anima, cosa che il "sistema" e la mente (che controllano questa realta') ci impediscono sistematicamente.
Insomma, se da che mondo e' mondo la meditazione e' parte integrante di milioni se non miliardi di persone, un motivo ci sara'.
Sperimentare la meditazione sara' il futuro per parecchi cittadini oggi ignari: una volta intrapreso questo cammino, infatti, come affermano la stragrande maggioranza di chi medita, difficilmente si tornera' indietro.


Fonte immagini: Google.



...

Gabriele Sannino
Privacy
Sito web ottimizzato per IE 8 - Realizzato da Soluzione Programmata-