sito ufficiale
Gabriele Sannino
BIOGRAFIA LIBRI ORDINA IL TUO LIBRO VIDEO ARTICOLI EVENTI FOTO CONTATTI
STAMPA
Migranti: cerchiamo di fare chiarezza!



I mass media amano creare fumo intorno ai problemi, siano essi di natura politica, economica o sociale.
Lo fanno esclusivamente per non far capire al popolo le vere questioni, dato che, in caso contrario, la gente non si dividerebbe piu' sui dettagli e comincerebbe a fare le giuste domande.
La questione "migranti" non fa eccezione, visto che per capire come si mette in scena uno spettacolo devi interagire sic et simpliciter con chi lavora dietro le quinte.
Chiariamo subito una cosa: qui si parla del dramma di vite umane, di uomini e donne, famiglie intere con bambini, e il fatto che si facciano arrivare qui e si tengano in campi di concentramento fino a distinguere i profughi di guerra dai migranti economici... e' gia' di per se' un fatto crudele!
Se io nel mio paese faccio la fame, infatti, ho tutto il diritto in quanto membro della famiglia umana di andare a cercare altrove la mia felicita'.
Ma tant'e': lo sappiamo che il sistema e' bastardo.
Ebbene, i migranti non sono rispettati da nessuno, in quanto in Italia, per esempio, sono diventati un affaire: la politica nazionale, infatti, l'ha dimostrato chiaramente con Mafia Capitale, quando si e' scoperto che esponenti del Partito Democratico fino a poco tempo fa (e non e' detto che la cosa non continui, anzi!) hanno condiviso con malavitosi mazzette e gestioni degli appalti per la cosiddetta "accoglienza", tutto pagato naturalmente con contributi pubblici e alla faccia dei cittadini.
Ma non solo: Emma Bonino recentemente ha dichiarato che Matteo Renzi avrebbe concordato un aumento degli sbarchi con l'agenzia Frontex (l'agenzia che ha gestito Mare Nostrum fino al 2014 e che ora gestisce l'operazione Triton) in cambio di flessibilita' europea: che cosa significa esattamente?
Siccome la BCE ci presta dal nulla Euro per un max del 3% del nostro PIL, ma questa percentuale deve decrescere in decimali anno dopo anno fino ad arrivare al famigerato pareggio di bilancio dello 0,5%, ecco che il "buon Matteo", per avere qualche punto di decimale in piu' da distribuire sottoforma di mancette al popolino ignorante (teniamo conto che un punto di PIL INTERO vale circa 15 miliardi) si sarebbe inventato proprio un accordo di questo tipo, spingendo il paese a nuove dosi di stress, paura e poverta'.
E' da lui? Viste le sue politiche passate, direi proprio di si.
In un paese normale, basterebbe questo per seppellire una volta e per tutte il Partito Democratico e questo buffone che lo sorregge, e invece il PD non solo e' ancora un partito apprezzato, ma c'e' gente a dir poco ignorante che stima perfino questo giullare!
Senza parole.
Ma la questione "migranti" risponde - ovviamente - anche a logiche internazionali, che non sono per niente fumose quando si mettono insieme i puntini.
In un'Europa - anzi in un mondo - dove la politica non conta piu' nulla dato che contano i banchieri che ci prestano i soldi, i grandi capitalisti imprenditori - o meglio prenditori - hanno un altrettanto potere d'influenza sulle scelte politiche, visto che le lobby delle multinazionali hanno uffici vicino al Parlamento europeo e nei pressi dei vari parlamenti nazionali.
Ebbene, questi grandi capitalisti (manovrati dunque dalla finanza internazionale) hanno tutto l'interesse alla svalutazione della forza lavoro - cosa che conviene anche ai banchieri per non far svalutare il loro denaro creato dal nulla - e in un'Europa dove resistono ancora diritti dei cittadini e un certo welfare (vedasi Francia, Germania, paesi del Nord Europa e via dicendo - l'Italia non l'annoveriamo neanche piu') e' cosa buona e giusta per loro... far entrare tanta forza lavoro, poiche' in questo modo si abbassera' ancora di piu' l'asticella dei diritti, dato che parliamo di persone che non hanno un soldo e sono pronte a fare qualsiasi cosa.
Ma non solo: i migranti servono a tenere i popoli divisi e in conflitto dal punto di vista razziale e religioso, cosa che permettera' ai vari super-governanti di agire indisturbati.
Tutto questo non e' complottismo, e' realismo: sono i giornali, infatti, a scrivere un sacco di cazzate sull'argomento, e molti allocchi ci cascano ancora!
Queste divisioni, specie quando il flusso avra' raggiunto livelli drammatici, creeranno un vero e proprio caos, ed e' quello che serve per implementare il futuro stato di polizia, altrimenti chiamato Nuovo Ordine Mondiale.
Nel frattempo regaleremo sempre piu' poteri - compresa la nostra "sicurezza" - all'Unione Europea, alias l'avamposto piu' avanzato di questo futuro governo totalitario.
Ma un altro obiettivo dei flussi migratori e' indebitare ancora di piu' gli Stati: dato che il debito e' in sostanza controllo, la gestione degli enormi flussi di uomini e donne costringera' all'indebitamento l'intera Europa (vedasi proprio l'accordo di Matteo Renzi, per esempio, che aumenta il debito pubblico!) e quindi, successivamente, all'accettazione di ulteriori clausole anti-popolo e a favore dell'establishment (mi riferisco a privatizzazioni, perdita di diritti consolidati e via discorrendo).

In questo quadro sconsolante, pero', ci sono stati che stanno resistendo egregiamente, per loro e per noi: mi riferisco, per esempio, all'Ungheria di Victor Orban.
Questo piccolo paese non ancora entrato nell'Eurozona (buon per lui) ha cacciato via il FMI ed e' riuscito parzialmente a controllare la sua banca centrale privata.
La gestione e la ripartizione degli enormi flussi umani fatti sbarcare in Grecia (un paese che ormai deve accettare tutto) per poi passare in Romania, Ungheria fino all'Austria e al resto d'Europa, ha trovato un ostacolo... proprio nel "nazista" presidente ungherese, il quale ha costruito un vero e proprio muro che ha bloccato i giochi dei capitalisti internazionali!
A questo punto, essi hanno dovuto ricreare nuove rotte principali (leggasi Italia, dato che Francia e Spagna, al momento, per via della bellicosita' politica non del tutto prona agli interessi transnazionali, ancora tengono i porti chiusi): e' per questo che le navi delle ONG di Soros si stanno spostando con non poche difficolta' nelle nostre zone, ed e' per questo che arriva in Italia anche gente che prima approdava in Grecia.
Nella terra dei magiari, in questo periodo, vi e' un manifesto che campeggia dappertutto col ghigno del pericolosissimo agente del caos... George Soros: questo manifesto ha come titolo "Non lasciamo che quest'uomo rida alla fine".
Ebbene i cittadini ungheresi - che ho intervistato personalmente - stanno tutti col Presidente, in quanto i mass media hanno informato della tratta degli schiavi che vedeva a capo proprio... questo leader di ONG farlocche, intente a creare caos col paravento delle questioni umanitarie, e cio' per tutti i motivi sopra menzionati.
Dalla meta' di luglio, comunque, nel mediterraneo, oltre alle ONG battenti bandiera panamense del nostro caro amico George, ci saranno anche delle imbarcazioni titolate "Defend Europe", alias dei natanti popolati - pensate! - da una serie di attivisti che hanno capito il problema, raccolto soldi sul web attraverso il crowdfunding, e si dicono pronti a ostacolare le famigerate ONG.
La stampa nostrana - e non solo - li ha subito etichettati come di estrema destra, questo per via del nome dell'associazione cui fanno capo questi giovani, titolata "Generazione Identitaria".
Ebbene, se questi Signori non si comporteranno in modo sgradevole (facendo affondare i barconi, per esempio) e salveranno effettivamente vite umane riportandole pero' nei loro paesi d'origine, allora potremo definirli davvero degli eroi, anche se - con tutta probabilita', specie se agiranno in modo corretto - non verremo mai a saperlo.
Insomma, la questione migranti, come potete capire, e' molto piu' complessa di come ce la vogliono vendere: il punto e' che quando conosci il sistema, fai presto a mettere insieme i puntini...





...

Gabriele Sannino
Privacy
Sito web ottimizzato per IE 8 - Realizzato da Soluzione Programmata-