sito ufficiale
Gabriele Sannino
BIOGRAFIA LIBRI ORDINA IL TUO LIBRO VIDEO ARTICOLI EVENTI FOTO CONTATTI
STAMPA
La scrittura automatica, questa sconosciuta




La scrittura automatica e' un fenomeno noto sia nella psichiatria che nelle varie discipline esoteriche, per il quale un individuo in stato di sonnambulismo, di ipnosi o di trance scrive freneticamente e inconsciamente messaggi che - a volte - non fanno parte del suo bagaglio culturale.
La scrittura automatica e' molto diffusa, nel senso che molte persone ne sono "affette", solo che hanno paura o vergogna a mostrarsi.
Secondo la metapsichica, e' uno dei mezzi piu' usati per ottenere comunicazioni dagli spiriti.
Stando agli storici, il fenomeno fu ottenuto per la prima volta dal medium statunitense Simmonds nel 1850, seguito da Jonathan Koons nella sua famosa camera spiritica: in buona sostanza, quest'ultimo lascio' dei fogli e una matita sul tavolo, chiuse la porta a chiave e vi rientro' solo molte ore dopo; ebbene, i fogli erano stati riempiti con un lungo e coerente messaggio.
Molti medium famosi hanno prodotto scrittura automatica: Ellington, Slade, Moses, Home e l'italiana Eusapia Palladino.
Per gli psicologi, si tratta solo di una manifestazione del nostro io inconscio, alias il 95% della nostra coscienza: il punto e' che spesso si riscontrano dati che lo scrivente non conosce, cosi' come episodi di chiaroveggenza, telepatia e xenoglossia.
Un fenomeno tipico della scrittura automatica e' il cambiamento di personalita': di norma, lo scrivente non solo muta l'intelligenza del pensiero, ma anche il vocabolario e la cultura, nonche' la forma della scrittura; insomma si esprime esattamente come farebbe un'altra persona al posto suo.
Per molti "scriventi", le comunicazioni sono episodiche, si sentono nell'aria in qualche modo, e il rapporto con questa entita' e' talmente "stretto" che si da' loro perfino un nome.
Allo stesso modo, gli scriventi conoscono le storie di questi spiriti, il loro vissuto, cosi' come il perch� li hanno contattati per esprimersi in questa dimensione.
Secondo medium e spiritisti, il rapporto tra l'anima disincarnata che detta i messaggi e quella incarnata nasce prima dell'incarnazione di quest'ultima: in buona sostanza, trattasi di un accordo tra anime che hanno vissuto vite insieme, anime legate in un certo senso, che per questo decidono di vivere "insieme" anche questa ulteriore esperienza.
Nella scrittura automatica, in genere, la tecnica piu' diffusa e' quella di sedersi comodamente davanti a un tavolo, con una penna o una matita tra le mani, lasciando inerte il braccio e la mano, fino a che si sente un certo torpore, come se la pressione stesse aumentando; poi si avverte un leggero fremito, infine la mano comincia a muoversi. In quei momenti, ogni tentativo da parte dello scrivente di controllare la mano diviene vano: e' come se in quel momento l'arto non appartenesse piu' a lui.
A volte, invece, si sente che la comunicazione sta semplicemente per iniziare: si decide, quindi, di dare spazio e forma ai pensieri dell'anima disincarnata.
Raramente, comunque, le comunicazioni sono coerenti sin da subito: in genere, s'inizia col tracciare linee verticali o orizzontali, poi appare qualche lettera, le prime parole e infine arrivano le frasi.
Molte volte, dopo una sessione di scrittura, e' lo scrivente che deve ricostruire il messaggio.
Talvolta la scrittura automatica si presenta - come accennato - anche in una lingua diversa rispetto a quella del medium, lingua che puo' essere anche non consueta, come lo slavo antico, il greco antico, il mandarino, il latino, cosa che indica o una profonda dissociazione della personalita' - come affermano gli scettici - oppure la presenza di un'anima disincarnata molto antica (come sostengono invece gli spiritisti).
Il punto � che le due cose possono andare perfino a braccetto, in un certo senso: anche se si trattasse d'inconscio o psichismo - come si dice nel gergo - questo non significa affatto che non ci possano essere degli interventi da parte di uno spirito al momento disincarnato.
La scrittura automatica non solo e' pi� diffusa di quanto si crede, ma le sue rivelazioni sono a dir poco strabilianti: le persone "collegate", infatti, ricevono i messaggi piu' disparati, di carattere scientifico, politico, economico, culturale, spirituale, finanche tecnologico.
Chissa'. Se la societa' considerasse queste intuizioni, si potrebbe davvero sperare in un futuro migliore.



Fonte immagini: Google. ...

Gabriele Sannino
Privacy
Sito web ottimizzato per IE 8 - Realizzato da Soluzione Programmata-